Formula 1 stampabile in 3D (scala 1/10)

Obiettivi

  • Un modelli stampabile per la maggior parte in PLA
  • Meno supporti possibile
  • Pezzi massimo si 200 x 200 x 200 mm
  • Modello pensato per avere aggiornamenti futuri
  • Leggero e competitivo
  • Facile da aggiustare in caso di incidenti
  • Un po’ di studio aerodinamico su ala anteriore e posteriore
  • Sviluppo del fondo come elemento per generare deportanza
  • Motore allineato con la direzione dell’auto per massimizzare l’efficienza aerodinamica
  • Sospensioni posteriori (per ora una singola e solo posteriore)

Vuoi supportare questo progetto??

Lo puoi fare gratuitamente condividendo questa pagina sui social o con i tuoi amici!!

Oppure puoi supportarmi su PayPal a questo link


Aggiornamento – Ottobre 2019

Finalmente su quattro ruote!!! Completato il design dei cerchi, sono passato all’assemblaggio dell’asse posteriore. Adesso sto lavorando al meccanismo dello sterzo collegato al servo motore. Vi allego qualche foto!!


Aggiornamento – Settembre 2019

Ho lavorato al progetto nuovo. Il differenziale è completo! Ho disegnato il fondo dell’auto e stampato il primo prototipo!!

Ecco qualche immagine:


Aggiornamento – Luglio 2019

Ecco qualche foto del differenziale. Speriamo che funzioni… questo è il primo design, vedremo come svilupparlo poi con anche il fondo dell’auto.

A proposito di fondo, lo voglio rendere portante. Nel primo design dell’auto, uno degli obbiettivi era quello di fare un fondo solo a scopo aerodinamico, ma alla fine si aggiunge troppo peso. Per cui facciamo il fondo dell’auto portante!!

Ecco a voi qualche foto del differenziale:


Aggiornamento – Luglio 2019

Come promesso vi aggiorno sul nuovo progetto!!!

Mi sono concentrato sull’asse anteriore, e mi sembra sia venuto fuori un bel design. Certo, è molto più leggero e fragile, ma anche nella realtà le macchine da Formula 1 sono fragili 😉

Ho usato il PETG per questo prototipo, comunque dovrebbe andare bene anche il PLA. La plastica è flessibile e quindi simula un effetto simile a quello delle sospensioni… chissà in un futuro aggiungeremo anche le sospensioni sull’asse anteriore

Ecco qualche immagine:

Con questa configurazione si può modificare la convergenza delle ruote anteriori.

In più si può variare l’assetto rake generale della macchina. Ovvero quanto la macchina è puntata sull’anteriore


Aggiornamento – Giugno 2019

Ho fatto numerosi test. Ho capito che il progetto è nato da decisioni sbagliate. Il modello pesa troppo e le ultime modifiche sono un po’ scarse a causa della troppa fretta. Mi sono preso una pausa per prendere ispirazione da altri modelli già esistenti e ho deciso di archiviare questo progetto. Non ho assolutamente perso le speranze!! Adesso ricomincio da un foglio bianco e faccio tesoro di quello che ho imparato da quello che ho fatto fino ad ora.

Gli elementi su cui mi voglio concentrare sono:

  • Ridurre drasticamente il peso
  • Ridurre il numero di viti e la tipologia
  • Fare meno pezzi dove possibile
  • Abbandonare l’idea d due sospensioni indipendenti per l’asse posteriore
  • Rivedere completamente l’asse anteriore
  • Inserire già nel progetto base la possibilità di modificare campanatura e convergenza
  • Aggiungere il differenziale

A volte bisogna avere il coraggio di cambiare strada e lasciare indietro un progetto sbagliato. L’importante è portarsi dietro l’esperienza e tutto ciò che abbiamo imparato. Adesso riparto da zero e vi aggiorno appena possibile!!! 🙂


Aggiornamento – Giugno 2019

La macchina inizia a prendere forma, ho fatto anche in Test Drive, solo che manca ancora la struttura per lo sterzo. Per ora la trasmissione tiene e sembra robusta. Mi concentrerò sulla carrozzeria che è ancora in alto mare!


Aggiornamento – Maggio 2019

La struttura centrale del telaio inizia a prendere forma! Bisogna stare attenti a non esagerare con la plastica perché il peso inizia a farsi sentire.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *